La Struttura Educativa “Kinder Happy” si trova all’interno di una villa nella quale la scuola dell’infanzia si sviluppa al piano terra mentre il nido al piano superiore. L’edificio è circondato da un ampio giardino ad uso esclusivo della struttura educativa, immerso nel verde di un rigoglioso giardino, attrezzato con giochi diversi a seconda delle fasce di età.

Gli spazi esterni sono studiati ed appositamente divisi da recinti in legno e sono previste oltre alle aree gioco, delle aree per mangiare all’aria aperta con tavoli, sedie e tettoie in legno per ripararsi dal sole dell’estate. Nella struttura sono state realizzate tutte le opportune modifiche necessarie ad assicurare una condizione di igiene e funzionalità ottimali.

Si accede alla nostra scuola dell’infanzia attraverso una porta d’ingresso che si trova all’interno del giardino sul versante retrostante il cancello di entrata.

Una volta varcata la soglia ci si trova all’interno di un lungo corridoio lungo il quale si affacciano le sezioni un luogo in cui i bambini e gli adulti condividono esperienze comuni e personali.

 

Lo spazio viene differenziato e organizzato per rispettare le diverse esigenze dei bambini.

 

Aula del gioco simbolico

È l’aula per il rafforzamento dell’identità personale del bambino sotto il profilo corporeo e intellettuale, il bambino è sollecitato ad assumere diversi ruoli, in piena libertà.

L’aula del gioco simbolico è suddivisa in diversi angoli:

L’angolo della cucina

L’angolo della cura

L’angolo dei travestimenti

 

Atelier artistico

Nel laboratorio verrà usato materiale non strutturato, povero, di recupero o naturale, Un materiale ritenuto “povero” possiede in realtà un “ricco” potenziale se s’incontra con la creatività soggettiva di chi lo utilizza, apprezzandone e interpretandone la forma, le proprietà, osservandone o trasformandone le caratteristiche.

 

Aula della lettura

 

Laboratorio della Lingua Inglese 

Il laboratorio di lingua inglese, non segue un itinerario separato dalla lingua italiana ma anzi, costituisce un nuovo modello di educazione linguistica, il quale senza mirare al raggiungimento di una competenza esauriente può porsi come proposta educativa particolarmente significativa, basandosi essenzialmente sulle principali funzioni della lingua e sulle nozioni concettuali di base) che i bambini/e già possiedono.

 

Laboratorio della scatola azzurra

il bambino ricrea un piccolo mondo personale fatto di sabbia e altri materiali naturali; la libertà di disporre a proprio piacimento elementi naturali, personaggi, animali, casette, danno la possibilità di avviare un gioco creativo che può essere modificato quando si vuole.

 

Il bagno

È dotato di: lavandini e wc (altezza bambino) per consentire ai bambini di andare in bagno in autonomia.

 

La zona pranzo

La routine del pranzo a scuola per noi è un momento altamente critico e delicato, per tante ragioni psicologiche e affettive che caratterizzano i vissuti dei bambini nella relazione col cibo. Noi sappiamo benissimo della consuetudine ancora presente in moltissime scuole di pranzare nella cosiddetta sala mensa, enorme, rumorosa (i piccoli ne hanno timore, ci si perdono…), spesso caotica; per i molteplici e differenti bisogni personali che entrano in gioco e richiedono attenzione e rispetto (allergie, intolleranze, scelte religiose o di vita…); perché non sempre si riesce ad avere nel piatto cibi buoni, sani, gustosi, variati, preparati con cura; perché anche i tavoli e le stoviglie spesso sono “bruttini”, con tovagliette di carta imposte per motivi igienici (quando addirittura non si mangi che col vassoio “usa e getta”,

alimentando una cultura che diseduca al piacere, al gusto del bello, alla cura …). Per noi invece è importante che anche gli insegnanti prestino più attenzione agli aspetti educativi del pasto più che a quelli funzionali ricordando di essere sempre d’esempio ai bambini. Ecco perché le nostre tovaglie sono di stoffa come quelle che si utilizzano in casa e le nostre insegnanti consumano il pasto assieme ai bambini, sedute a tavola con loro all’interno di una relazione affettiva di tipo non gerarchico ne autoritario ma piuttosto autorevole. Ogni bambino apparecchia e sparecchia e per questo viene supportato e lodato da tutto il gruppo.

 

Lo spazio esterno

La struttura è dotata di un ampio giardino privato i bambini possono vivere esperienze uniche all’aperto, a stretto contatto con la natura ma in ambiente debitamente controllato e sicuro