I primi giorni di scuola sono i più difficili per i bambini, non solo per i nuovi iscritti di fronte alla nuova esperienza, ma anche per gli abituali nostalgici delle vacanze. Il bambino che accede in un ambiente nuovo, con volti nuovi e col distacco dal genitore, è portato a disperarsi o palesemente o interiormente. Il tempo e la consapevolezza che il Nido è divertente renderanno presto il bambino sicuro di sé. E’ importante l’atteggiamento delle famiglie perché s’adoprino sempre a trasmettere fiducia e serenità nel momento del distacco ed a rassicurare il proprio figlio sulla certezza che la durata del tempo scolastico sarà breve.

Ciascun bambino accrescerà le dosi di permanenza a scuola in base alle reazioni manifestate per cui è sintomatico procedere per gradi. E’ chiaro che il momento dei pasti e del riposino, sarà deciso quando scompariranno i sintomi del disagio. Generalmente ciò avviene già dopo la seconda settimana di frequenza, quando si noterà un certo miglioramento.

L’importante, all’inizio, è assecondare il bisogno di rassicurazione del bambino sottolineando quanto è positiva l’esperienza di condividere giochi e momenti nuovi con altri bambini. L’esperienza acquisita da tempo dalle educatrici favorirà al meglio l’inserimento.